IL GATTO DEL CHESHIRE (ovvero giocare con le parole)

consulente letterario Gigi Bertoni
con Angela Pezzi, Sauro Rossi
scene e costumi Maria Donata Papadia
regia Alberto Grilli

Attorno alla presenza fisica del libro (visibile sul leggio) due attori-musicisti si alternano alla lettura dei testi e all'accompagnamento musicale delle azioni per tutta la durata dello spettacolo un'ora circa. Proponiamo un percorso di scoperta che va di poesia in poesia, dalla filastrocca breve, al gioco di parole in rima, dalla canzoncina più meno nota, al racconto ironico, alla poesia semplice nella forma e un po' più complessa nei significati, il tutto arricchito da suggestivi trucchi teatrali, musica, piccole soluzioni sceniche d'effetto.

Ci sbarazzeremo quindi dall'equivoco di intendere la poesia semplice come minore, chiusa nella ripetitività e nella schematicità della facile comprensione; seguiremo invece la rima e il ritmo, che ordina le infinite sorprese che offre la parola inaspettata, comunicando con la straordinaria creatività e disponibilità fantastica (e linguistica) infantile e umana. Vogliamo descrivere quello che spesso la poesia è: arte gioiosa.

Abbiamo voluto deliberatamente uno spettacolo "divertente" nei modi, pur se rigoroso nell'esecuzione.

•ARCHIVIO FOTOGRAFICO