Teatro Due Mondi - Casa del Teatro - Comune di Faenza - Regione Emilia Romagna - MiBACT

PROGETTO RESIDENZE - LA STANZA DEGLI OSPITI
Intesa fra Governo, le Regioni e le Province Autonome prevista dall’art. 45 del D.M. 1.7.2014 e sancita il 18.12.2014.
Progetto Interregionale di Residenze Artistiche realizzato con il contributo di Mibact, Regione Emilia Romagna, Teatro Due Mondi.

Anno 2017 alla Casa del Teatro di Faenza
Il progetto vuole favorire la permanenza in Residenza di artisti e formazioni attraverso attività creative di ricerca, di studio, di qualificazione delle professionalità artistiche coinvolte, di allestimento e prove, nonché di confronto con il territorio, condivise fra titolare della residenza e ospite. Le attività condivise prevedono il tutoraggio dell’ospite attraverso consulenze artistico-culturali e/o assistenza tecnico-organizzativa.

Teatro Patalò

Così scrive Teatro Patalò: Negli ultimi anni il nostro percorso artistico si è sviluppato intorno all'idea di approfondire un discorso che accompagna la creazione di un lavoro. Siamo convinti che il cuore del teatro stia nell'incontro tra gli attori e il pubblico e che solo in quel momento si percepisca la forza e le potenzialità dell'opera che si sta costruendo. Per questo ci prendiamo un tempo di ripensamento e ridefinizione dell'opera successivamente al suo incontro con il pubblico. A questo incontro è necessario arrivare con molto tempo alle spalle di studio e di approfondimento dei materiali. Questo ha spesso portato alla creazione di lavori paralleli alla produzione principale:

3 Movimenti teatro – danza contemporanea
La costruzione di SILENZI_Frammenti di Un Discorso di Coppia (già in Residenza Artistica al Teatro Due Mondi nel 2015) e in particolare il lavoro sul testo e sulla drammaturgia ha preso spunto da un confronto con l'opera di Raymond Carver e da una suggestione di alcuni frammenti di Emily Dickinson. Il testo dello spettacolo ha poi preso una sua autonomia da questi autori, ma dal loro studio sono nati due lavori: EMILY_Il giardino nella Mente , uno spettacolo sulla poetessa Emily Dickinson, pensato sia per piccoli teatri che per sale alternative al palcoscenico, e La moglie dello studente_Notturno da Raymond Carver , un lavoro coreografico pensato per spazi non convenzionali. Dopo la collaborazione dello scorso anno il Teatro Due Mondi accompagnerà nel 2016-17 il proseguo del progetto di Teatro Patalò, che si svilupperà in tre movimenti.

Primo movimento Giugno 2016_Residenza Artistica e Anteprima di SILENZI_Frammenti di Un Discorso di Coppia
La Compagnia, in vista del debutto, intende chiudere la produzione di SILENZI completando lo spettacolo con un'ulteriore fase di scrittura drammaturgica e coreografica e di registrazione del montaggio sonoro che accompagna l'ultimo atto dello spettacolo. Quest'ultima fase prevede anche la realizzazione dei costumi di scena con la costumista Angela Bocchini (Drama Costumi Teatrali Rimini). Al termine della Residenza, il 7 giugno 2016 alle ore 21, la Compagnia incontrerà il pubblico della Casa del Teatro che aveva assistito alla replica del Dicembre 2015 dello spettacolo ancora in fase di studio.

Secondo movimento Autunno-Inverno 2016_Residenza Artistica e Repliche di EMILY
La Residenza si concentrerà in particolare sul completamento del testo (parte centrale), sul montaggio del prologo e su una fase di ricerca sul disegno luci, progettato e realizzato con piccoli fari e lampade domestiche. Al termine della residenza sono state proposte quattro repliche dello spettacolo per un numero di 25 spettatori a replica:
sabato 17 dicembre 2016 ore 21 e ore 22
•domenica 18 dicembre 2016 ore 16 e ore 17


Terzo movimento autunno inverno 2017_Residenza Artistica per Rumore Umano
Laboratorio coreografico, realizzazione dei costumi e allestimento. Registrazione della banda sonora. Produzione di un video in b/n.
Residenza interregionale in collaborazione con Armunia Castiglioncello

Tematica del lavoro
Alla base di questo lavoro c'è una ricerca sulle zone di limite: il limite fra il sonno e la veglia, tra la vita e la morte, tra la platea e la scena.
C'è la ricerca ostinata sul coraggio di mostrarsi nudi aldilà della finzione, e di farlo proprio grazie alla finzione, alla convenzione, esplorando le possibilità delle arti performative. Prediligendo spazi teatrali intimi e ricercando un'intimità della relazione tra chi guarda e chi si lascia guardare.
C'è uno studio sulla coppia come nucleo della relazione con l'esterno, con l'altro da me, con il diverso, con lo straniero.
C'e uno studio sulla coppia come nucleo politico della relazione sociale, come palestra che ti permette di esercitare il dialogo, il cambiamento, la relazione.
La modalità che scegliamo per la costruzione drammaturgica è l'assenza, la lontananza, l'evocazione. Il punto di partenza è una ricerca coreografica.
Il corpo porta il segno di un altro corpo, l'impronta di un altro corpo, ora assente, e sul ricordo di quella presenza, agisce.

Modalità
• ricerca in sala e lavoro creativo dei due performers;
• repliche dello spettacolo Rumore Umano

Compagnia Angelini-Serrani_Teatro Patalò
Luca Serrani e Isadora Angelini sono attori-autori che condividono la propria ricerca scenica dal 2000, parallelamente al lavoro con altre compagnie. Nel 2006 fondano la Compagnia indipendente Teatro Patal˛ realizzando lavori teatrali con diverse formazioni e regie, con particolare attenzione alla ricerca drammaturgica: Zio Vanja(Regia CÚsar Brie e Isadora Angelini), Come senza respiro (di e con Luca Serrani. Finalista Premio Scenario-Scenario per Ustica 2009, vincitore del Bando Fuorirotta 2010), I passeggeri (Regia Isadora Angelini, Selezione Festival di Resistenza 2010), Nella Tana del Lupo (testo e regia di César Brie), In Bianco (Regia Isadora Angelini), Quattro Soli,Bl¨ (Regia Gianluca Balducci e Mia Fabbri, Menzione speciale al Premio Game 2 per “l'originalitÓ nella ricerca e per la capacitÓ espressiva”). Conducono progetti pedagogici per attori, per l'infanzia e per l'adolescenza, tra i quali Let's Revolution! per il Festival di Santarcangelo 2016. Hanno creato diversi lavori per l'infanzia: Diario Segreto di Pollicino, Fiaba di Fine Inverno. Dal 2006 fanno parte del Libero Gruppo di Studio d'Arti Sceniche coordinato da Claudio Morganti, partecipando a W ( Inequilibrio-Castiglioncello 2009), Le Malefatte del Governo ( Inequilibrio - Castiglioncello 2010), Serata Fonico-Vocale (Festival di Santarcangelo 2014).



Anche quest’anno riproponiamo una forma di relazione “attiva” con gli spettatori, per cui chiediamo di non pagare un biglietto, ma di contribuire in maniera volontaria dopo la visione dello spettacolo, come segnale di consenso e di vicinanza, un regalo, non un obbligo.
Visto che i posti sono LIMITATI consigliamo di prenotare allo 0546 62 29 99 o sul sito www.teatroduemondi.it o il giorno dello spettacolo al 331 1211765.
Per info e iscrizioni ai laboratori chiamare Alessandro al 349 67 53 326.