Teatro Due Mondi - Casa del Teatro - Comune di Faenza - Regione Emilia Romagna - MiBACT

PROGETTO RESIDENZE - LA STANZA DEGLI OSPITI
Intesa fra Governo, le Regioni e le Province Autonome prevista dall’art. 45 del D.M. 1.7.2014 e sancita il 18.12.2014.
Progetto Interregionale di Residenze Artistiche realizzato con il contributo di Mibact, Regione Emilia Romagna, Teatro Due Mondi.

Anno 2018 alla Casa del Teatro di Faenza
Il progetto vuole favorire la permanenza in Residenza di artisti e formazioni attraverso attività creative di ricerca, di studio, di qualificazione delle professionalità artistiche coinvolte, di allestimento e prove, nonché di confronto con il territorio, condivise fra titolare della residenza e ospite. Le attività condivise prevedono il tutoraggio dell’ospite attraverso consulenze artistico-culturali e/o assistenza tecnico-organizzativa.

Ecovortex
Compagnia Nervitesi – danza contemporanea
Residenza interregionale in collaborazione con Opificio Roma, I.D.A Ravenna

Da sempre luogo di sperimentazione, condivisione e interazione la residenza artistica risulta essere di fondamentale importanza nella fase di creazione performativa. Nello specifico la Compagnia Nervitesi abiterà lo spazio teatrale del Teatro Due Mondi per sviluppare il secondo step del Progetto Ecovortex. Il promo studio verrà effettuato in una precedente residenza con valenza formativa, presso le strutture dell’ Opificio situate in via Arrigo D’Avila a Roma.

Modalità
la residenza, a scopo formativo e produttivo, verrà articolata nelle seguenti fasi:
Prima Fase: 5 giorni di lavoro di sperimentazione di illuminotecnica sul materiale prodotto in promo studio con consolidamento di un primo quadro coreografico.
Seconda Fase: 5 giornate dedicate alla formazione. Un gruppo di giovani danzatori dell’ Emilia Romagna parteciperà a questa seconda fase. I danzatori saranno selezionati tramite una audizione e la partecipazione sarà a titolo gratuito. Obiettivo: fornire reali possibilità di formazione durante una periodo di produzione professionale. Il percorso rispetterà i seguenti punti:
- Raccolta del materiale informativo sul problema ecologico trattato
- Trasposizione del materiale in movimento e voce
- Feedback e scelta del prodotto più convincente da tenere e utilizzare nella terza fase della residenza.
Terza Fase: 10 giorni di sperimentazione e creazione con 3 /4 elementi selezionati in precedenza e ritenuti preparati ed idonei alle esigenze del progetto. Il Focus sarà la messa a punto del quadro coreografico da visionare in fase di Sharing
Sharing Finale: essendo Ecovortex uno spettacolo che crea un ponte tra informazione ed arte, e toccando una tematica di estrema attualità ed importanza, la condivisione verterà sulla creazione di un apposito link dove il pubblico avrà a disposizione 160 caratteri per dire:“ cosa sapeva prima di vedere lo spettacolo, cosa sa dopo averlo visto, cosa eventualmente andrà a ricercare”.
Gli elaborati saranno materiale per l’ evoluzione del processo creativo dello spettacolo.

Carla Rizzu
Coreografa  regista e danzatrice freelance nasce a Sassari dove compie i primi studi di danza classica e jazz.
Si perfeziona in seguito a Roma e  New York in danza classicamodern e tip tap  mentre a Parigi, Londra, Berlino, Bruxelles  e Vienna  approfondisce la danza contemporanea.
Si perfeziona in tecnica Release e Floorwork
Laban summer school (Londra) dal 2000 al 2011.
P.A.R.T.S summer school(Bruxelles) anno 2011­.
Nel frattempo studia recitazione diplomandosi presso l’Accademia 96 di Bologna.
Nella primavera 2009 fonda il gruppo Nervitesi intendendo iniziare un percorso coreografico legato alla danza e al teatro.
Produzioni :
2016 – L’Ultima Madre – Co-prodotto dal Festival Oriente Occidente -Rovereto.
2014- Ecovortex – Maelstrom Fiestival – Bruxelles.
2013 – MOR4ORM  performance al festival Frattale Ravenna.
2013 – Pensieri parole opere e… –   Roma.
2010 – EAT 26 – Co-prodotto dal Festival Oriente Occidente – Rovereto
Residenze:
2016- Vincitrice del Bando Cid Cantieri residenza Rovereto.
2013- Festival Impulstanz di Vienna (residenza ottenuta grazie alla vincita come miglior coreografa del Concorso Expression Firenze).
Precedente:
Dal 2008 al 2015 è stata docente di danza contemporanea, laboratorio teatro danza (tecnica release e Floorwork) all’I.D.A. Ballet Academy.
Docente per i corsi di Formazione  per insegnanti I.D.A.
Attualmente si divide tra progetti di ricerca con la propria compagnia Nervitesi con sede a Ravenna e l’attivita’ di insegnamento (stages , seminari e workshop)


sabato 17 febbraio 2018 ore 21
Compagnia Nervitesi LISOLADIPLASTICA
Esito finale della residenza della C.ia Nervitesi di Carla Rizzu presso la Casa del Teatro
Performers : Giovanni Gava Leonarduzzi & Nicolas Grimaldi Capitello
Live sounds: Marco Mariano
Assistente Coreografia: Serena Fossanova
Ideazione Regia e Coreografia : Carla Rizzu
Produzione : Nervitesi
Co-produzione : Compagniaa Bellanda

“Nel voler denunciare l’incubo che la plastica sta generando nei mari ho voluto indagare su delle percezioni reali che il pianeta ci sta suggerendo quali Svuotare per accogliere il nuovo e Ascoltare il suo grido di dolore.”
Carla Rizzu


Anche quest’anno riproponiamo una forma di relazione “attiva” con gli spettatori, per cui chiediamo di non pagare un biglietto, ma di contribuire in maniera volontaria dopo la visione dello spettacolo, come segnale di consenso e di vicinanza, un regalo, non un obbligo.
Visto che i posti sono LIMITATI consigliamo di prenotare allo 0546 62 29 99 o sul sito www.teatroduemondi.it o il giorno dello spettacolo al 331 1211765.
Per info e iscrizioni ai laboratori chiamare Alessandro al 349 67 53 326.