Teatro Due Mondi - Casa del Teatro - Comune di Faenza
Progetto Interregionale di Residenze Artistiche realizzato con il contributo di MiBACT e Regione Emilia Romagna

UN TEATRO RESISTENTE
download pdf

sabato 19 novembre 2016 ore 21
Città Teatro LE GEMELLE MEJERCHOLD anche per ragazzi
Le Gemelle Mejerchold sono due dive capricciose che usano il canto e la pantomima per rubarsi la scena, sotto gli occhi del loro accompagnatore, il celebre polistrumentista Vladivostok. Fra comicità e musica, lo spettacolo racconta col linguaggio del clown al femminile, un varietà appannato in cui alle due dive, fra promesse di tournée mondiali e disastrosi capitomboli, non resta che abbandonarsi alla nostalgia di tempi migliori.
•maggiori informazioni
a seguire brindisi e presentazione del libro
IL PANE DEGLI ATTORI. Trentacinque anni di lavoro col Teatro Due Mondi
di Gigi Bertoni, a cura di Raffaella di Tizio
Coordina Michele Pascarella
•maggiori informazioni

venerdì 25 e sabato 26 novembre 2016 ore 21
Teatro Due Mondi VEDRAI, VEDRAI nuova produzione 2016 col sostegno di Fnp Cisl Romagna
uno spettacolo dedicato alle donne
Sul palco tre attrici: diversi volti e diversi corpi, ma una unica storia, che propone molteplici sfumature del racconto. Fatto di episodi che hanno segnato e segnano le vite delle donne; e di una violenza che è a volte fisica e a volte generata da un pensiero che esclude. Ma fatto anche di voglia di libertà, di sorellanza, di sogni, di condivisione, di coraggio estremo, di volontà.
•maggiori informazioni

giovedì 8 dicembre 2016 ore 16
Teatro Perdavvero RE TUTTO CANCELLA per ragazzi
C’era una volta un principe bambino. Di andare a scuola voglia non ne aveva. Numeri, note, lettere e figure per lui eran solo seccature che quasi quasi le avrebbe strozzate. Le odiava proprio con rancore e promise vendetta dal profondo del suo cuore. Promise che se grande fosse diventato, tutte le scritte avrebbe mangiato. In questo spettacolo realtà e fantasia si fondono insieme, per dare vita ad una favola che conduce gli spettatori attraverso l’universo delle lettere, dei numeri, delle figure e delle note.
•maggiori informazioni

giovedì 15 dicembre 2016 ore 21
Nati Scalzi Dance Tribe MARY’S BATH Progetto Interregionale di Residenze Artistiche realizzato con il contributo di MiBACT e Regione Emilia Romagna
Mary’s Bath pone l’attenzione sull’iconografia, le simbologie ed i testi legati al tema dell’Annunciazione (pur senza parlare di religione). Due personaggi si svelano e definiscono poco a poco, tra slanci lirici e dialoghi di corpi ironici. Mary’s Bath è anche una riflessione sulla vita a partire dal suo punto di partenza: il concepimento. La maternità come scelta o accettazione, come desiderio o come ruolo da ricoprire. Da qui un interrogativo sulle aspettative a cui la società ci sottopone, e sul come decidiamo di assecondarle o trasgredirle.
•maggiori informazioni

sabato 17 dicembre 2016 ore 21 e ore 22 (repliche per 20 spettatori)
domenica 18 dicembre 2016 ore 16 e ore 17 (repliche per 20 spettatori)
Teatro Patalò EMILY_ IL GIARDINO NELLA MENTE Progetto Interregionale di Residenze Artistiche realizzato con il contributodi MiBACT e Regione Emilia Romagna
Un lavoro teatrale su Emily Dickinson che all’età di quarant’anni si chiuse nella sua stanza, lavorando all’opera poetica che scelse di non pubblicare in vita. Chi conosce le sue lettere conosce la profondità del rapporto con le persone che amava. Ma il suo rapporto con la Poesia è su un piano sovra-umano. Un piano talmente alto che ogni definizione del suo lavoro risulta riduttivo. Parla direttamente agli animali, agli alberi, ai vivi e ai morti. Parla direttamente all’anima di ciascuno di noi.
•maggiori informazioni

domenica 8 gennaio 2017 ore 16
Cicogne Teatro Arte Musica BUONVIAGGIO per ragazzi
Un bambino cammina nel deserto. Indossa una maglietta da calcio e ai piedi porta scarpette rosse, da corsa. Guarda a terra, nella sabbia e cerca conchiglie. Quando le avrà trovate sarà arrivato al mare, potrà imbarcarsi, raggiungere la grande città italiana e realizzare il sogno della sua vita: giocare a calcio nella squadra del cuore. Un pescatore di Porto Palo, in Sicilia, ci racconta il viaggio straordinario, avventuroso e imprevedibile di questo ragazzino, partito da un paese del Mali per raggiungere l’Italia.
•maggiori informazioni

sabato 21 gennaio 2017 ore 21
Mario Coccetti BORDER una produzione Cinqueminuti di danza contemporanea con il sostegno di De Micheli Festival e Teatro Due Mondi
Parlare di ideali, di libertà e della ricerca della felicità dell’uomo in una società sempre più egocentrica, distratta e cinica, potrebbe sembrare inutile, ma è proprio in questa dimensione, tra immaginazione e realtà, che Border si interroga e si sviluppa. Attraverso l’intersezione di più linguaggi come la danza, il teatro fisico, la luce e il suono, lo spettacolo racconta che qualunque ragione, che spinge gli esseri umani a cercare una vita migliore, una nuova casa e una nuova terra, dovrebbe essere rispettata e sostenuta, perché alla ricerca della felicità e della libertà non si deve porre limiti.
•maggiori informazioni

sabato 28 gennaio 2017 ore 21
domenica 29 gennaio 2017 ore 16

Teatro Due Mondi QUELLE RAGAZZE RIBELLI. STORIE DI CORAGGIO nuova produzione 2017 per adolescenti e adulti
In scena storie di donne e ragazze coraggiose, frammenti di vita di personaggi famosi e di sconosciute figure familiari che raccontano del coraggio. Brevi ma significative biografie si alternano alla continua e comica frammentarietà di una conferenza spettacolo, contrappunto che regala vitalità positiva e disincanto. Nel tentativo di superare il cliché del maschio come forza e della donna come fragilità, questo spettacolo vuole essere un contributo affinché i ragazzi crescano consapevoli di essere una parte importante di un tutto che vede ogni “genere” uguale tra uguali.
•maggiori informazioni

domenica 12 febbraio 2017 ore 16
UnterWasser OUT per ragazzi
Progetto Interregionale di Residenze Artistiche realizzato con il contributo di MiBACT e Regione Emilia Romagna

OUT è il viaggio di iniziazione e formazione di un bambino che viene condotto fuori dalla sua casa, metafora delle sue certezze, e messo in relazione col mondo. Il protagonista vive in un universo rassicurante, fatto di bianchi e di grigi, ha un petto-gabbia, dove tiene rinchiuso il suo cuore-uccellino, per paura che possa ferirsi o smarrirsi. Un giorno, però, il suo cuore decide di fuggire, costringendo il bambino ad uscire di casa per cercarlo. Uno spettacolo che mescola diverse tecniche in una caleidoscopica combinazione di oggetti, pupazzi, ombre, luci e suoni.
•maggiori informazioni

da venerdì 17 a lunedì 20 febbraio 2017
Laboratorio con il Teatro de los Andes (Bolivia)
Venerdì 17 ore 19-22, sabato 18 ore 15-19, lunedì 20 ore 19-22, per un totale di 10 ore. Numero partecipanti: min 10 max 20.
Iscrizioni: entro il 13 febbraio. Costo: 85 euro

Obiettivo di questo workshop è quello di imparare e praticare la metodologia, sviluppata dal Teatro de Los Andes nei suoi 25 anni di attività, basata sull’improvvisazione e sulla costruzione di immagini sceniche come inneschi creativi per la realizzazione degli spettacoli. A partire da esercizi di improvvisazione fisica si sviluppano nozioni sulla presenza scenica, la concentrazione, la consapevolezza dell’uso dello spazio scenico e la costruzione di materiale per un possibile montaggio. L’attore ha quindi l’opportunità di sperimentare l’improvvisazione e scoprire come si può utilizzarla per sviluppare la propria creatività ed espressività.
•maggiori informazioni

domenica 19 febbraio 2017 ore 16

Teatro de los Andes (Bolivia) MAR
Juana, Miguel e Segundo decidono di intraprendere un viaggio per esaudire l’ultimo desiderio della madre moribonda: essere abbandonata tra le onde del mare. I tre fratelli partono caricando la madre legata ad una porta della casa. Durante il viaggio si imbattono in differenti personaggi: un vecchio colonnello patetico e sua moglie, tre “signorini” boliviani che si infiammano euforicamente per sprofondare subito dopo nella noia, una giovane che cerca suo padre, il fantasma di un fisarmonicista, che vaga per il deserto incontrando altri spiriti di personaggi morti nella Guerra del Pacifico.
•maggiori informazioni
a seguire, a cura di Renata Molinari, presentazione del libro
LA FORMAZIONE DELL’ATTORE
Una finestra sul fare, insegnare ed essere del Teatro de Los Andes di Giulia D'Amico, ed.ZONA
•maggiori informazioni

sabato 25 febbraio 2017 ore 21
Esecutivi per lo spettacolo LA VITA HA UN DENTE D’ORO
Tutto quel che accade o non accade è frutto, merito e demerito di due “attori” e del gioco di relazione che riescono ad instaurare. Sono seduti ad un tavolo. Non possiamo rivelare l’identità dei due personaggi in scena per non scoprire le carte segrete. È proprio da una partita a carte che il gioco prende l’avvio. Osserveremo due umani di una specie in via di estinzione mentre mangiano il tempo a vista. Venite a vedere di cosa sono capaci! Di quale profonda ed inarrivabile stupidità sanno farsi carico! Un dialogo. Una commedia divertente e amara
•maggiori informazioni

sabato 4 marzo 2017
Tratti nel cuore (dedicato a Guido e Giovanni)
ore 17 Incontro con Edoardo Erba
ore 21 AstaroTheatro (Olanda-Italia) DIALOGHI IN ERBA
Edoardo Erba è uno dei più brillanti autori della drammaturgia italiana contemporanea. AstaroTheatro presenta tre suoi microdrammi caratterizzati da una lettura a più strati. Nonostante l’apparente leggerezza delle situazioni si aprono inaspettati e grotteschi colpi di scena. Così sfilano davanti allo spettatore il culto della personalità, la tirannia del potere, il consumismo fino ad arrivare ad affrontare la morte e la viscerale rinascita dell’arte teatrale.
•maggiori informazioni

domenica 5 marzo 2017 ore 16
Antonio Panzuto L’ATLANTE DELLA CITTÀ per ragazzi
Un novello Marco Polo dei nostri giorni, atterra con il suo strano aeroplano e comincia a raccontare dei suoi viaggi. Si apre magicamente di fronte agli spettatori una macchina scenica piena di meraviglie che diventa aereo ad elica, bicicletta, lanterna magica, atlante di città dove si nascondono storie, personaggi, racconti, immagini e disegni. Appaiono così le Città Invisibili, infilate nei cassetti, tra sportelli e nascondigli, città capovolte, immerse nell’acqua, ricamate di carta, ritagliate nel rame, costruite di corda e di spago, appese a fili sottili e trasportate da cigolanti carrucole
•maggiori informazioni

sabato 18 marzo 2017 ore 21
Karromato (Repubblica Ceca) LA FESTA DELL’IMPERATORE anche per ragazzi
Questa opera comica barocca per marionette descrive, mediante un teatrino in miniatura, l’allestimento delle rappresentazioni operistiche del XVIII secolo, che venivano realizzate a corte. Il movimento delle marionette a filo, accompagnato dalla magia del teatro delle ombre, incanta lo spettatore e gli trasmette con grande fantasia tutta l’atmosfera dell’epoca e l’umore della storia. Lo spettacolo è ispirato a un vero episodio della vita di Mozart, avvenuto quando l’imperatore Giuseppe II lo incaricò di comporre un’operina, “L’impresario teatrale”, in occasione di una festa a corte per l’arrivo di sua sorella.
•maggiori informazioni

FUORI PROGRAMMA
sabato 1 aprile 2017 ore 21
Panda Project VISUAL BLUFF
Se sei alla cassa del supermercato ti aspetti che la cassiera sia onesta. Eppure il carrello è pieno di confezioni sulle quali stanno foto di un prodotto perfetto che dentro le scatole non troverai. E lo sai. Se sei ad un tavolo da poker pensi che bluffare sia lecito. Se vai a teatro pensi di sederti ad ascoltare e guardare gente che mette in atto una finzione.
Se invece vai a vedere un Panda Bluff? Non lo sai. Perché prima sarai un fruitore, poi uno spettatore, poi un attore, poi un partecipante, poi qualcosa che ancora non ha un nome perché è pura avanguardia, o un bluff. Non te lo diremo, ma se non provi non lo saprai mai. Pensavamo a uno spettacolo, è nato un format: nei Panda Bluff prendiamo un argomento, lo sezioniamo, shakeriamo un po’ le convenzioni del teatro e le convinzioni del pubblico per cercare di dimostrare che mettere in atto delle finzioni dichiarate, in alcuni casi, è l’unico modo per essere veri.
•maggiori informazioni

sabato 8 aprile 2017 ore 21
presso Autofficina Donati e Tassinari, via Sella 7/a, Faenza
Teatro Zigoia CARUZÌR
Caruzìr viene presentato all’interno di una vera officina, luogo del lavoro artigiano che ancora oggi, soprattutto nei paesi è anche spazio di incontro e racconto tra le persone. Tra lamiere contorte e paraurti segnati da manovre imprecise, agiscono Ivo ed Elio, lavoratori instancabili amanti del racconto surreale e grandi affabulatori, spesso cinici e propensi allo sberleffo, ma appassionati della vita e legati da un amore viscerale per la loro terra romagnola (da qui la scelta dell’utilizzo del dialetto), che esprimono con un goffo romanticismo e una profonda malinconia.
•maggiori informazioni

sabato 22 aprile 2017 ore 21

Francesca Franzè FAIL Primo studio - esito della Residenza alla Casa del Teatro
Progetto Interregionale di Residenze Artistiche realizzato con il contributo di MiBACT e Regione Emilia Romagna

Fail racconta la crisi economica e i suoi effetti da un’ottica precisa, quella di un imprenditore in battaglia, di un essere umano, un padre che non vuole arrendersi all’evidenza del fallimento della sua azienda. Scommette invece sulle sue capacità professionali e manageriali, cercando di contrastare e superare i severi limiti imposti da un contesto di recessione economica come quello degli anni 2008-2009.
•maggiori informazioni


LA STANZA DEGLI OSPITI
Progetto Interregionale di Residenze Artistiche realizzato con il contributo di MiBACT e Regione Emilia Romagna
Il progetto La Stanza degli Ospiti vedrà la presenza in residenza di tre formazioni con caratteristiche di ricerca su linguaggi innovativi e multi-disciplinarità (teatro, danza e musica).
• novembre-dicembre 2016 Andrea Baldassarri e Tommaso Monza Black lights, danza contemporanea
• dicembre 2016 Teatro Patalò 3 Movimenti, teatro e danza
• febbraio-aprile 2017 Francesca Franzè Fail, teatro
•maggiori informazioni

IL TEATRO NEL TUBO laboratorio audiovisivi per ragazzi e giovani
conduzione Andrea Pedna Videoprogetti Faenza
Il Teatro nel Tubo nasce con l’intento di formare un gruppo di ragazzi, di età compresa fra i 18 e i 25 anni, in grado di gestire in autonomia un canale YouTube che ha come obiettivo comunicare e documentare, attraverso l’uso del linguaggio audiovisivo, la vita della Casa del Teatro (spettacoli, residenze, progetti, laboratori).
maggiori informazioni

UN ALTRO SGUARDO progetto teatrale per studenti Scuole Superiori
Laboratori teatrali e incontri con gli studenti delle Scuole Secondarie di Secondo Grado di Faenza incentrati sui temi dell’intercultura. Il panorama dell’immigrazione in Italia è oggi molto articolato, un contesto sociale dove si incontrano immigrati appena giunti in Italia - profughi e richiedenti asilo, immigrati da tempo residenti e giovani ormai di seconda generazione. Ognuno di loro è portatore di aspettative differenti e ha un modo diverso di relazionarsi con la società italiana di accoglienza. Culture diverse convivono spesso senza conoscersi in un ventaglio culturale vario per provenienza, etnie, religioni.
•maggiori informazioni

SENZA CONFINI laboratorio di teatro partecipato per attori e non-attori
Da 5 anni il nostro teatro apre, ogni giovedì sera, la porta a donne e uomini della nostra comunità e a profughi e richiedenti asilo, di ogni età e nazionalità.
E’ la nostra risposta alla necessità di costruzione di una accoglienza basata sulla relazione umana, sulla consapevolezza della difesa dei diritti e sulla curiosità verso altri mondi, altre culture, altre storie.
E’ un modello di lavoro che vede il teatro come strumento di inclusione sociale, modello che esportiamo in diverse nazioni attraverso progetti finanziati, e quindi riconosciuti nella loro capacità di legare cultura e vita, dalle istituzioni nazionali ed europee.
il giovedì dalle 20.00 alle 22.00, aperto a tutti, non è prevista nessuna quota di iscrizione, e non ci sono limiti di età
•maggiori informazioni

LE STAFFETTE DEL LAVORO un progetto partecipato a difesa di un diritto
col sostegno di Fiom-Cgil - Fim-Cisl – Uilm-Uil
Un gruppo di volontari, attori e non-attori, attenti alle problematiche del lavoro.
Le azioni di strada e gli interventi pubblici che vengono proposti nelle più diverse occasioni trovano nel teatro una modalità viva e contemporanea a sostegno di lotte e rivendicazioni di diritti fondamentali.
•maggiori informazioni


Anche quest’anno riproponiamo una forma di relazione “attiva” con gli spettatori, per cui chiediamo di non pagare un biglietto, ma di contribuire in maniera volontaria “dopo” la visione dello spettacolo, come segnale di consenso e di vicinanza, un regalo, non un obbligo.
Visto che i posti sono LIMITATI consigliamo di prenotare al num. 0546/622999 dal lunedì al venerdì (9.00-13.00/ 14.00-18.00) o al num. 0546/091001 SOLO il giorno dello spettacolo.
La biglietteria apre un’ora prima dell’orario di inizio dell’evento.
Si ringrazia: Tecnoelettronica Faenza, BCC Credito Cooperativo ravennate e imolese, Azienda Agricola Bosi Gherardo
Per informazioni e prenotazioni: La Casa del Teatro si trova in via Oberdan 7/A a Faenza. Per informazioni: TEATRO DUE MONDI via Oberdan 9/A Faenza 0546-622999
info@teatroduemondi.it | www.teatroduemondi.it