Teatro Due Mondi - Casa del Teatro - Comune di Faenza - Provincia di Ravenna - Regione Emilia Romagna - MiBACT

*PROGETTO RESIDENZE
Il Teatro Zigoia e la Compagnia Angelini-Serrani/Teatro Patalò sono le due formazioni che abbiamo scelto per l’avvio del Progetto Interregionale di Residenze Artistiche realizzato con il contributo di Mibact, Regione Emilia Romagna, Teatro Due Mondi.
Il progetto favorisce la permanenza in residenza alla Casa del Teatro di queste due giovani compagnie attraverso attività creative di ricerca, di studio, di qualificazione delle professionalità, di allestimento e prove, nonché di confronto con il territorio che si esplicherà con la presentazione al pubblico dei due spettacoli creati a Faenza. La residenza prevede un affiancamento del Teatro Due Mondi al processo di creazione attraverso consulenze artistico-culturali e assistenza tecnico-organizzativa.

diario fotografico •Teatro PatalòTeatro Zigoia


sabato 12 dicembre 2015 ore 21 Teatro Patalò SILENZI*

DI E CON Isadora Angelini e Luca Serrani
CURA TECNICA Antonio Perrone
RESIDENZE Santarcangelo dei Teatri, Comune di Rimini Settore Cultura, Fuor di Teatro, Teatro Due Mondi
PRODUZIONE Compagnia Angelini-Serrani/Teatro Patalò
Progetto Interregionale di Residenze Artistiche realizzato con il contributo di MIBACT E Regione Emilia Romagna

C'è un corpo disteso. A chi appartiene? Che cosa è successo? Un uomo e una donna per continuare a parlarsi hanno bisogno di incontrarsi in un luogo speciale, una terra di mezzo. Ci parlavamo l'uno dell'altra, l'uno all'altra senza che nessuno dei due parlasse. Un'interrogazione sulla coppia. La scena diviene una palestra in cui animus e anima, cioè il lato maschile e femminile dell'individuo, possono esercitarsi e mettersi a nudo. E' una proposta che pone al centro del discorso l'intimità, esplorandone alcune sfaccettature attraverso le possibilità dell'incontro fra due attori. Presentiamo il primo atto di un lavoro che vedrà la luce nella prossima stagione, e che intendiamo presentare prima del debutto in tre atti separati, ancora in fase di studio.
Compagni di viaggio Emily Dickinson, che fra le altre cose scrisse 52 poesie in margine a buste di carta da lettere già utilizzate, Raymond Carver, che scrisse del confine tra vita e morte, Philip Dick e Roland Barthes.
Musiche Pascal Comelade, Sigur Ros, Bon Iver.
Collaborazione Artistica Rita Frongia, Antonio Perrone, Teatro Due Mondi

Compagnia Angelini-Serrani. Luca Serrani e Isadora Angelini sono attori-autori che condividono la propria ricerca scenica dal 2000, parallelamente al lavoro con altre compagnie. Nel 2006 fondano la Compagnia indipendente Teatro Patalò realizzando lavori teatrali con diverse formazioni e regie, con particolare attenzione alla ricerca drammaturgica: Zio Vanja (Regia César Brie e Isadora Angelini), Come senza respiro (di e con Luca Serrani. Finalista Premio Scenario-Scenario per Ustica 2009, vincitore del Bando Fuorirotta 2010), I passeggeri (Regia Isadora Angelini, Selezione Festival di Resistenza 2010), Nella Tana del Lupo (testo e regia di César Brie), In Bianco (Regia Isadora Angelini), Quattro Soli , Blù (Regia Gianluca Balducci e Mia Fabbri, Menzione speciale al Premio Game 2 per “l'originalità nella ricerca e per la capacità espressiva”).
Conducono progetti pedagogici per attori, per l'infanzia e per l'adolescenza, tra i quali Lettere dal Presente per il Festival di Santarcangelo 2013. Fanno parte del LGSAS.


sabato 19 dicembre 2015 ore 21 Teatro Zigoia BARBA E CAPELLI*

Una lampada, una vecchia poltrona da barbiere, una mantella e un asciugamano. Dal semi buio appare un uomo, un barbiere, porta con se una valigia contenente gli accessori del mestiere.
Lo vediamo mentre si veste e si prepara per il lavoro, sentiamo delle voci ed ecco arrivare il primo cliente!
Da questo momento il barbiere mostrerà tutta la sua arte, quella di riuscire a fare miracoli con un rasoio e un paio di forbici in mano, ma anche la capacità di interagire in maniera sempre differente e originale, con i clienti della sua bottega, inventando e improvvisando lunghi monologhi fatti di sproloqui, invettive, confidenze.
La barberia diventa un rifugio, un luogo dove parlare del mondo e il barbiere, grande affabulatore, con il suo linguaggio dialettale surreale diventa il punto di riferimento dei vari personaggi di paese.
Se il Teatro è il luogo dove gli attori si muovono e agiscono diretti da un regista e dove un pubblico, separato dalla quarta parete, osserva passivo alla messa in scena, la”barberia” è il luogo dove il pubblico
(I clienti) partecipano attivamente alla messa in scena attraverso personali racconti di vita vissuta , dove lo specchio (la quarta parete)non separa ma funge da collante tra il mondo reale e quello di finzione.
Al Barbiere (regista e attore) spetta il difficile compito di interpretare e dare il giusto valore alle storie che quotidianamente prendono vita sotto le sue mani tra uno shampoo e una barba e capelli.

Teatro Zigoia nasce dalla collaborazione di tre artisti di teatro: Denis Campitelli, Lianca Pandolfini, Andrea Valdinocci. La compagnia si focalizza su spettacoli originali, in cui prevalgono gli strumenti originari del teatro: improvvisazione, canto, musica, dialetti, maschere, pupazzi. Teatro Zigoia si occupa inoltre di progetti pedagogici e sociali, quali laboratori di teatro con non vedenti, bambini e adolescenti.


Si ringrazia: Tecnoelettronica Faenza, La BCC Credito Cooperativo ravennate e imolese, La Campagna in Tavola, Las Ramblas

Per informazioni e prenotazioni: CASA DEL TEATRO, via oberdan 7/a Faenza - 0546 622999 - casadelteatro@teatroduemondi.it – www.teatroduemondi.it