Teatro Due Mondi - Casa del Teatro - Comune di Faenza - Provincia di Ravenna - Regione Emilia Romagna - MiBACT

Michele Pascarella su Gagarin, aprile 2016
La costruzione della grazia

"Si è appena conclusa la stagione della Casa del Teatro di Faenza, a cura del Teatro Due Mondi. Alcune note.
«In segreto, molti di noi non sono più certi che il teatro abbia una funzione e il diritto di esistere nel mondo d’oggi»: inizia così La fortezza vuota. Discorso sulla perdita di senso del teatro, denso documento che Massimiliano Civica e Attilio Scalpellini hanno elaborato tra Roma e Prato nei mesi di settembre e ottobre 2015.
È un testo che ha fatto e farà molto riflettere e dibattere gli appartenenti a quella (micro) società teatrale italiana contemporanea della quale, purtroppo e per fortuna, negli spazi della Casa del Teatro di Faenza non c’è praticamente traccia.
Purtroppo, perché ciò ha a che fare con le modalità per stabilire l’identità dei soggetti che operano in un campo. Chi parla? O meglio: chi è autorizzato a parlare? Se per un medico, ad esempio, tale diritto è sancito da un atto di investitura esplicito (laurea, specializzazione, ecc.), nel mondo delle arti tutto è decisamente più fluido: una conquista sul campo. Certamente grande (e sempre maggiore) importanza hanno i contatti personali, le pubbliche relazioni, gli incontri: esserci, nella società teatrale di cui sopra. Chi non è presente, sia detto sinteticamente e brutalmente, semplicemente non esiste.
Per fortuna, perché quell’enclave di critici-pubblico-addetti ai lavori è sostituita, in questa sala, da un vitalissimo, proteiforme pubblico “vero”, in parte composto da migranti. È una cosa che anche nei più illuminati foyer della regione semplicemente non accade, esito di un paziente e capillare lavoro che da anni il Teatro Due Mondi porta avanti con rigore e leggerezza. Non è questa la sede per rievocare, seppur per sommi capi, la quasi quarantennale vicenda di un pervicace e rigoroso ensemble che negli ultimi anni ha moltiplicato gli intrecci con i “non attori”, a sostegno della libertà e dei diritti di ciascuno.
Nella crisi di senso cui si accennava all’inizio, in una scena teatrale sempre più autoriferita, spesso in bilico tra concettuosi narcisismi e mal celata aggressività da “geni incompresi”, la proposizione politica e culturale faentina si staglia per solida differenza.
Ben poco si concede alle mode, nella programmazione di una stagione non a caso intitolata Un teatro di relazione. Il regista Alberto Grilli, per dire, è più impegnato ad accompagnare agli spettacoli e riportare a casa con il furgone della Compagnia un gruppo di giovani migranti che a telefonare a qualche critico (con il pro e il contro che una tale scelta porta con sé).
In questo senso l’appuntamento più “fuori luogo” è stato, forse, quello più à la page: In girum imus nocte del coreografo Roberto Castello, acclamato e “di moda” su molti palcoscenici italiani negli ultimi mesi, arrivato alla Casa del Teatro per pluriennale reciproca stima.
Tra i vari appuntamenti seguiti vale accennare almeno a La stanza dei giochi, messo in scena dal gruppo Scena Madre il 19 marzo scorso: non perché migliore di altri spettacoli in cartellone, ma in quanto particolarmente esemplare di un modo inusuale, “rovesciato” di intendere l’esperienza della scena che pare rispecchiare con esattezza la peculiare proposta del Teatro Due Mondi." segue

 

UN TEATRO DI RELAZIONE
download pdf

sabato 31 ottobre 2015 ore 21 Teatro Necessario CLOWN IN LIBERTÀ anche per ragazzi
Clown in libertà è un momento di euforia, ricreazione e ritualità catartica per tre ‘talentuosi’ clown che paiono colti da un’eccitazione infantile all’idea di avere una scena ed un pubblico a loro completa disposizione. Ecco quindi un susseguirsi di gag, duelli al rallentatore ed intricati passaggi di giocoleria. La musica accompagna le evoluzioni, ritma ogni azione. Un grande, unico e continuo viaggio musicale che non si interrompe ‘quasi’ mai, nemmeno durante le acrobazie più impensabili.
•maggiori informazioni

sabato 7 novembre 2015 ore 21 Compagnia Abbondanza Bertoni ROMANZO D’INFANZIA anche per ragazzi
Romanzo d’infanzia è uno spettacolo dedicato a tutti coloro che non possono fare a meno dell’amore, che danza e parla della relazione tra genitori e figli. Commuove gli adulti e fa ridere i bambini. Vincitore di numerosi premi e spettacolo cult della Compagnia Abbondanza Bertoni, è stato tradotto in quattro lingue e rappresentato in tutto il mondo con più di seicento repliche.
•maggiori informazioni

domenica 8 novembre 2015 dalle 11 alle 15 LABORATORIO: L’ESSERE SCENICO con la Compagnia Abbondanza Bertoni
Insegnare: far passare dei segni. Da corpo a corpo. Alla maniera dell’arte: tendenziosamente. Un modo di fare scuola strettamente legato ad un intensa attività di palcoscenico, inteso come luogo di azioni e di sentimenti, nel tentativo di un sentire alto e altro.
Aperto a tutti. Numero partecipanti: min 12 max 16. Iscrizioni: entro il 2 novembre Costo: 50 euro
•maggiori informazioni

martedì 24 novembre 2015 ore 21 Roberto Castello IN GIRUM IMUS NOCTE (ET CONSUMIMUR IGNI) (Andiamo in giro la notte e siamo consumati dal fuoco)
Uno scabro bianco e nero e una musica ipnotica sono l’ambiente nel quale si inanellano le micro narrazioni di questo spettacolo notturno a cavallo fra cinema, danza e teatro. Illuminato dalla fredda luce di un video proiettore che scandisce spazi, tempi e geometrie, il nero profondo dei costumi rende diafani i personaggi e li proietta in un passato senza tempo abitato da un’umanità allo sbando.
•maggiori informazioni

sabato 28 novembre 2015
ore 17.30
Il mare mi ha detto Incontro con Monica Morini e Bernardino Bonzani
Il Teatro dell’Orsa presenta il suo lavoro teatrale con i rifugiati dall’Africa.
ore 21 SUNSET Soc. Coop. Una serata dedicata alla produzione di Sunset Soc. Coop., un gruppo di documentaristi che ha accompagnato col proprio sguardo alcuni progetti del Teatro Due Mondi. I loro lavori pongono al centro dell’attenzione la condizione della donna, il lavoro e il tema dell’immigrazione. A seguire un momento di dibattito e di approfondimento.
•maggiori informazioni

domenica 29 novembre 2015 ore 16 Teatro dell’Orsa C’ERA UNA VOLTA UN RE… NO! C’ERA UNA VOLTA UNA PRINCIPESSA per ragazzi
Storie di principesse cacciate per avere parlato al momento sbagliato, di fanciulle da conquistare con un dono, ma anche di regine del proprio destino che non hanno bisogno di castelli per sentirsi preziose. Le parole corrono brillanti sulla musica di flauti, ocarina, organetto, piva. L’eco dei cantastorie accende le narrazioni ispirate al repertorio popolare italiano, rivisitato con lo sguardo di oggi.
•maggiori informazioni

sabato 12 dicembre 2015 ore 21 Teatro Patalò SILENZI* •progetto Residenze
C’è un corpo disteso. A chi appartiene? Che cosa è successo? Un uomo e una donna per continuare a parlarsi hanno bisogno di incontrarsi in un luogo speciale, una terra di mezzo. Ci parlavamo l’uno dell’altra, l’uno all’altra senza che nessuno dei due parlasse. Un’interrogazione sulla coppia. La scena diviene una palestra in cui animus e anima, cioè il lato maschile e femminile dell’individuo, possono esercitarsi e mettersi a nudo.
•maggiori informazioni

domenica 13 dicembre 2015 ore 16 Teatro Patalò IL DIARIO SEGRETO DI POLLICINO per ragazzi
La storia di un bambino e dei suoi fratelli che scoprono come la povertà sia mantenuta da una manciata di ricchi che si tengono tutto da parte. La storia di una rivoluzione che parte dal più piccolo di tutti perché i bambini sono capaci di fare quello che i grandi nemmeno sognano più. La storia d’amore di due compagni di scuola che resisterà al tempo e a tutto. Una storia di cameratismo e dispetti tra fratelli in cui dal passato appare un angelo a illuminare la notte
•maggiori informazioni

sabato 19 dicembre 2015 ore 21 Teatro Zigoia BARBA E CAPELLI* •progetto Residenze
Un barbiere ci mostra tutta la sua arte, quella di riuscire a fare miracoli con un rasoio e un paio di forbici in mano, ma anche la capacità di interagire in maniera sempre differente e originale, con i clienti della sua bottega, inventando e improvvisando monologhi fatti di sproloqui, invettive, confidenze. La barberia diventa un rifugio, un luogo dove parlare del mondo e il barbiere con il suo linguaggio dialettale surreale diventa il punto di riferimento dei vari personaggi di paese.
•maggiori informazioni

sabato 16 gennaio 2016 Dedicato a Guido
ore 21 Big Action Money ILLUSIONI
Quattro storie, quelle di due coppie di sposi che hanno vissuto assieme tutta la vita finché improvvisamente, in punto di morte, scoprono di non sapere chi sia la persona con la quale hanno trascorso tutta la vita. Un gioco di scatole cinesi, un alternarsi imprevedibile di voci e di corpi in cui gli attori personaggi parlano in terza persona, si scambiano ruoli e si rivolgono direttamente al pubblico, come se ciascuno degli attori contenesse in sé tutti e quattro i protagonisti in un unico fluire d’ascolto.
ore 22.30 Tradurre e tradurre per il teatro
Giovanni Nadiani intervista Teodoro Bonci del Bene (Big Action Money)
•maggiori informazioni

domenica 31 gennaio 2016
ore 16 Teatro Due Mondi LE NUOVE AVVENTURE DEI MUSICANTI DI BREMA per ragazzi
Gli animali della fiaba dei Fratelli Grimm sono artisti girovaghi che si esibiscono nelle città del Vecchio continente. Un giorno incontrano una cicogna, smarrita e ferita, che consegna loro un bambino nato in un Paese lontano perché lo portino a Madame Europe, una donna residente in via dell’Ospitalità. Tra canti e musiche dal vivo, lo spettacolo diventa un inno all'accoglienza e al rispetto dei diritti umani.
ore 17.30 Vogliamo ridere – Viaggio nella Storia del Cinema Comico Incontro con Mario Bianchi
Ripercorreremo insieme 120 anni di storia del Cinema attraverso gli attori e gli autori che ci hanno fatto ridere ma non solo, perché, come si dice, spesso commedia e tragedia sono più vicine di quanto non sembri.
•maggiori informazioni

sabato 6 febbraio 2016 ore 21 Danilo De Summa L’AVVERSARIO
L’Avversario è l’angelo caduto che arriva sulla terra e assiste al decadimento dell’essere umano, osserva le contraddizioni, il groviglio di regole e l’attaccamento a ciò che è materiale. Rappresenta il diverso: lo straniero, l’omosessuale, l’appartenente ad un’altra religione, e nel dispiegarsi del suo tragicomico monologo ci vuole portare alla consapevolezza che il diverso diventa una risorsa e una fonte di arricchimento, nel momento esatto in cui si ha veramente la voglia di entrarci in contatto.
•maggiori informazioni

domenica 14 febbraio 2016 ore 16 Teatro Telaio IL SALE DELLA TERRA per i più piccini
Una storia ispirata ad atmosfere andine, che parla ai bambini piccolissimi di natura e di cultura/agricoltura, ovvero di come Pacha Mama (la Madre Terra) ci affidi grandi doni da trasformare e valorizzare, nel rispetto di un tesoro che dovrà appartenere anche alle generazioni future. Sotto il sale della terra si nascondono piccoli tesori, strani animali che ci donano una parte di sé che, attraverso il nostro lavoro, può diventare gustoso formaggio e caldo maglione di lana.
•maggiori informazioni

sabato 20 e domenica 21 febbraio 2016
WORKSHOP DI LETTURA ESPRESSIVA CON ELEMENTI DI FONETICA E DIZIONE
con Massimiliano Buldrini e Paula Noelia Cianfagna
con il sostegno della Casa del Teatro di Faenza
•maggiori informazioni

sabato 27 febbraio 2016 ore 21 Centro Teatrale Umbro L’ARCHIVIO DELLE ANIME. AMLETO
La tragedia si sta per compiere e Amleto dedica al pubblico la sua morte, di lì a poco il suo corpo verrà portato sul palco e i cannoni annunceranno al cielo che un nobile uomo è caduto. A Orazio il compito di non lasciarne il nome ferito, di raccontarne le gesta: che se solo ne avesse avuto l’occasione avrebbe dimostrato al mondo tutto il suo valore, peccato...
•maggiori informazioni

sabato 12 marzo 2016
ore 17.30 La cultura della minoranza Romanì Nazzareno Guarnieri
(Fondazione Romanì Italia) presenta la rivista ROMA. CULTURAL MAGAZINE
ore 21 Armamaxa Teatro / Archelia STORIE DI ZHORAN storie di zingari e violini
Accompagnato dalla fisarmonica del suo amico Borhat con le melodie, i ritmi e le armonie della tradizione Rom e balcanica, Zhoran lo Zingaro narra con il suo violino di come uno zingaro aiutò Dio a creare il mondo e di come gli Zingari si dispersero sulla Terra. Le storie di Zhoran sono la conoscenza della cultura orale che è sopravvissuta al tempo e a chi ha sperato di sopprimerne la radice.
•maggiori informazioni

sabato 19 marzo 2016 ore 21 Scena Madre LA STANZA DEI GIOCHI anche per ragazzi Spettacolo vincitore Premio Scenario Infanzia 2014
Uno spazio pieno di giocattoli, dove passare ore e ore a inventare, ridere, costruire, divertirsi, questa è la stanza dei giochi, ma basta poco per trasformare un’attività ludica in conflitto. Due bambini imparano sulla propria pelle quanto ci si possa ferire in modo molto sottile, semplicemente rendendo il gioco strumento di inganno, ricatto, minaccia. Una piccola guerra fredda dove la realtà e il gioco si confondono, il tempo non è più un parametro immutabile e agli adulti non è permesso entrare.
•maggiori informazioni

sabato 2 aprile 2016 ore 21 FLUID PRODUZIONI e UBULIBRI
IL PAESE DOVE GLI ALBERI VOLANO EUGENIO BARBA E I GIORNI DELL’ODIN TEATRET un film di Davide Barletti e Jacopo Quadri
Nella silenziosa provincia danese si preparano i festeggiamenti per i cinquant’anni dell’Odin Teatret, la compagnia teatrale di ricerca che, sotto la guida di Eugenio Barba, ha cambiato le coordinate dello spettacolo del secondo Novecento alimentando il proprio alfabeto attraverso le culture sceniche del mondo. Ed è dalle più diverse latitudini del pianeta – Kenia, Bali, Brasile, India, e anche Europa – che arrivano nella città di Holstebro squadre di bambini, ragazzi e artisti chiamati a dare energia con acrobazie, musiche e voci a un evento corale, sotto lo sguardo impetuoso del regista dai piedi scalzi e dai capelli bianchi.
•maggiori informazioni

sabato 9 aprile 2016 ore 21 Teatro dell’Albero
PARASHURAMA spettacolo di teatro danza classico indiano: stile Kathakali
con  Mario Barzaghi allievo di Kalamandalam K. M. John
•maggiori informazioni

13, 14, 15 maggio 2016
WORKSHOP DI CANTO ARMONICO
con Massimiliano Buldrini e Paula Noelia Cianfagna
con il sostegno della Casa del Teatro di Faenza
•maggiori informazioni

martedì 7 giugno 2016 ore 21 Teatro Patalò SILENZI-FRAMMENTI*anteprima •progetto Residenze
La Compagnia, in vista del debutto, intende chiudere la produzione di SILENZI completando lo spettacolo con un'ulteriore fase di scrittura drammaturgica e coreografica e di registrazione del montaggio sonoro che accompagna l'ultimo atto dello spettacolo. Quest'ultima fase prevede anche la realizzazione dei costumi di scena con la costumista Angela Bocchini (Drama Costumi Teatrali Rimini).
•maggiori informazioni

9 e 10 luglio 2016
SEMINARIO INTENSIVO SULLA TECNICA DEI TRAMPOLI
condotto da Mario Barzaghi
• maggiori informazioni


Lo scorso anno abbiamo sperimentato una forma di relazione “attiva” con gli spettatori degli spettacoli proposti: abbiamo chiesto non di pagare un biglietto, ma di contribuire in maniera volontaria, “dopo”, come segnale di consenso e di vicinanza, un regalo, non un obbligo.
E così continueremo a fare e certamente rivedremo, assieme a volti nuovi, bambini e adulti riempire e abitare la Casa, una volta di più, la casa di tutti, anche del Teatro.

Si ringrazia: Tecnoelettronica Faenza, La BCC Credito Cooperativo ravennate e imolese, La Campagna in Tavola, Las Ramblas

Per informazioni e prenotazioni: CASA DEL TEATRO, via oberdan 7/a Faenza - 0546 622999 - casadelteatro@teatroduemondi.it – www.teatroduemondi.it