Teatro Masini, lunedì 19 e martedì 20 aprile 2010, ore 21
(in collaborazione con Accademia Perduta - Romagna Teatri)

Ulisse migrante
con gli allievi dei laboratori teatrali al Liceo Classico-Scientifico Torricelli, all’Istituto d’Arte Ballardini e all’Istituto Professionale Strocchi
regia Alberto Grilli

E’ già il quarto anno che la Casa del Teatro propone agli studenti degli Istituti Superiori di Faenza, con la collaborazione alcuni insegnanti attivi e sensibili, un progetto di laboratori teatrali. Due le coordinate fisse: tutti i laboratori lavorano sullo stesso argomento (sia pur con tecniche e modalità differenti) e alla fine i materiali prodotti vengono montati in un unico evento spettacolare collettivo che vede il coinvolgimento di tutti i partecipanti.

Il tema di lavoro (che è sempre stato un argomento di attualità connotato da una forte problematicità: il denaro, il lavoro, l’individuo-massa, nelle passate edizioni), quest’anno è stato i migranti, messo a fuoco dal punto di vista dei residenti (cioè “noi”) e avendo L’Odissea come testo di partenza uguale per tutti i laboratori.

L'attività pedagogica con gli studenti, iniziata in alcune situazioni già dal novembre dello scorso anno, si è poi realizzata nei tre Istituti della città e coinvolgendo circa ottanta allievi che, guidati dagli operatori Massimiliano Buldrini, Beatrice Cevolani, Gianni Farina e Alessandro Gentili, hanno condotto diverse esperienze partendo da differenti episodi dell’opera presa in esame (la Maga Circe, Polifemo, le Sirene, le Vacche Sacre del Dio Sole, il Paese dei lotòfagi, i Ciconi, Eolo).

Ulisse migrante è infine lo spettacolo che conclude il percorso, che il regista Alberto Grilli ha realizzato montando, alla fine di due giornate intense di prove collettive, i materiali scenici prodotti dai vari laboratori.