INCONTRI
Encuentros - Rencontres - Encontros
Teatro e Cinema come percorso di relazione fra i giovani

Un progetto di inclusione sociale e interculturalità
coordinato dal TEATRO DUE MONDI

TEATRO DUE MONDICASA DEL TEATRO - Comune di Faenza - Provincia di Ravenna - Regione Emilia Romagna
Palacio Rio Negro (Brasile) - Teatro de los Andes (Bolivia) - Teatro de Ferro (Portogallo) - Melkior Théâtre (Francia)

 
 

col sostegno
Ex Rete Lilliput Faenza

 

•INCONTRI in Brasile •INCONTRI in Bolivia •INCONTRI in Portogallo •INCONTRI in Francia •INCONTRI in Germania

INCONTRI un progetto europeo che avvicinare i giovani di Europa e Sudamerica attraverso il cinema e il teatro

Parte il 1° dicembre 2012 a Petrópolis, nella città imperiale del Brasile (Stato di Rio de Janeiro), la prima tappa del progetto “INCONTRI - Teatro e Cinema come percorso di relazione fra i giovani”. INCONTRI nasce nell’ambito di YOUTH IN ACTION, un programma europeo dedicato ai giovani la cui azione YOUTH IN THE WORLD coinvolge anche Paesi extraeuropei. INCONTRI coinvolge in un percorso formativo artistico ragazzi che vivono condizioni di disagio sociale ed è stato ideato dal Teatro Due Mondi insieme a Flavio Kactuz, professore e ricercatore di Cinema all’Università PUC di Rio de Janeiro e dottorando in studi cinematografici all'Università di Coimbra con una lunga esperienza professionale nel Teatro. In parallelo con altre tappe di lavoro in Bolivia, Portogallo e Italia, nel mese di giugno il progetto porterà alcuni giovani partecipanti a Faenza, per la tappa conclusiva del progetto.
Dal 1° al 6 dicembre nella città di Petrópolis due laboratori paralleli, di Teatro e di Cinema, offriranno ai ragazzi provenienti dalle realtà più emarginate la possibilità di incontrare altri giovani e con loro dare vita a un prodotto artistico di cui saranno protagonisti e creatori: un video ed una rappresentazione teatrale frutto di incontri di molte storie e culture. I partecipanti e i formatori lavoreranno a partire dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, dalle riflessioni, dalle storie personali e dalle esigenze proposte dai giovani, per trovare nel gruppo una nuova casa dove poter vivere liberi. Grazie l’incontro nel teatro e nel cinema verranno superate differenze linguistiche e culturali perché incontrarsi attraverso il corpo, la voce, la musica e il gioco teatrale permette più facilmente di abbattere le barriere fra gli individui. Attraverso il cinema il laboratorio vorrà mostrare ciò che è nascosto nella città in cui i giovani vivono, ciò che ci nasconde nelle relazioni fra le persone anche in quelle comuni e di tutti i giorni. Cinema e Teatro lavoreranno per svelare ciò che si nasconde nelle condizioni di vita diverse e disuguali dei giovani partecipanti, nelle loro condizioni di cittadinanza e nei loro diritti che dovrebbero essere uguali per tutti. Attraverso la formazione artistica, il progetto vuole creare le basi per superare le condizioni di isolamento sociale di questi ragazzi e si propone di generare una nuova socialità fra i giovani. Parallelamente il lavoro dei laboratori mira a rafforzare in questi giovani un senso identitario e, lavorando a partire dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, consolidare in loro una consapevolezza e coscienza dei propri diritti. Rompere le barriere sociali è una delle finalità di questo lavoro artistico insieme all’intento di sviluppare dei percorsi di formazione non-formale nel campo sociale che possono essere applicati nel campo della formazione dei giovani in campo sociale.Quella brasiliana è la prima tappa di un progetto europeo che si svilupperà lungo tutto il 2013 tra Europa e Sudamerica. Al progetto, insieme al capofila italiano Teatro Due Mondi partecipano due partner Latinoamericani, Palacio Rio Negro (Brasile) e Teatro de Los Andes (Bolivia) e due partner Europei, Teatro de Ferro (Portogallo) e Melkior Théâtre (Francia), con la collaborazione di Al-Harath Theatre (Palestina). A quella brasiliana seguiranno le tappe di Bolivia e Portogallo dove Alberto Grilli, direttore del Teatro Due Mondi e Flavio Kactuz lavoreranno con i giovani dei pueblos indigeni di Sucre e dei quartieri periferici di Porto. A Faenza da febbraio ad aprile 2013 si terrà un laboratorio teatrale multiculturale rivolto a ragazzi e ragazze di diverse provenienza. Durante la tappa finale del progetto, nell’estate 2013 a Faenza, a loro si uniranno i partecipanti alle tappe boliviana, portoghese e brasiliana, insieme a giovani da Bergerac, la città gemellata con Faenza, e ospiti dalla Palestina. I ragazzi faentini si incontreranno con realtà di altri Paesi, lavoreranno insieme, contaminandosi e scambiandosi esperienze che poi presenteranno alla città in momenti collettivi di spettacolo, teatrale e cinematografico. INCONTRI sarà l’inizio di un progetto di collaborazione internazionale nel campo della formazione artistica applicata in ambito sociale e con particolare attenzione ai temi dei diritti umani e di cittadinanza. Nella sua realizzazione più semplice e concreta, il progetto darà vita a incontri reali tra persone diverse attraverso il cinema e il teatro aprire un il dialogo e il confronto che sono la chiave di comprensione della società del futuro, globalizzata e multietnica, con la quale sempre più spesso i giovani dovranno confrontarsi.

•scarica il Report finale del Progetto PDF

la libertà è una casa

questo progetto è aperto a giovani che vogliono conoscere altri giovani,
a chi vuole comunicare pensieri e idee,
a tutti quelli che non hanno voglia di sentirsi inascoltati,
questo progetto non è chiuso a nessuno

laboratorio Teatro
condotto da Alberto Grilli e dagli attori del Teatro Due Mondi
gli incontri saranno 12, da febbraio a maggio,
(il giovedì in un orario a scelta, dalle 18 alle 20 o dalle 20 alle 22),
primo appuntamento giovedì 7 febbraio

Lavoreremo a partire dagli articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo e dalle riflessioni proposte dai partecipanti, dalle storie personali e dai bisogni individuali per trovare nel gruppo la nuova casa dove vivere liberi. Quali sono i miei diritti di cittadino del mondo, e quando e come mi vengono negati? È una proposta per chi ancora non conosce il teatro, per chi forse ne ha paura: abbatteremo le differenze linguistiche e culturali perché incontrarsi attraverso il corpo, la voce, la musica e il gioco è davvero facile.

Alberto Grilli
direttore delTeatro Due Mondi

Proveniente da esperienze di teatro amatoriale, nel 1979 fonda, assieme ad alcuni degli attuali compagni di lavoro, il TEATRO DUE MONDI.
Da allora ne cura tutte le regie e dirige il gruppo che in più di 30 anni di attività ha portato sulle scene e nelle strade di oltre trenta Paesi l’invenzione di un teatro che unisce la magia dell’artigianato scenico alla concretezza della contemporaneità riletta attraverso Marquez e Brecht, Orwell e Jarry, le favole per l’infanzia e i canzonieri popolari.
Un teatro politico e visionario, che ha prodotto una quarantina di spettacoli ostinandosi a porre al centro l’attore e lo spettatore: la concentrazione di un apprendistato permanente e l’apertura della dimensione popolare. All’insegna dell’autonomia, del rigore, della resistenza.
Ha realizzato numerosi laboratori, corsi e seminari di specializzazione, formando numerosi giovani, educatori e professionisti in Europa e in America del Sud, tanto nell'universo scolastico come in altri contesti (comunità e centri sociali).
Negli anni più recenti ha cominciato a condurre laboratori rivolti a "non attori", persone interessate a elaborare, attraverso il linguaggio teatrale, momenti di riflessione e informazione sopra temi importanti di attualità sociale: i diritti di cittadinanza, i diritti delle minoranze, il diritto al lavoro.
Per questo progetto lavorerà assieme agli attori del gruppo: Angela Pezzi, Renato Valmori, Maria Regosa, Tanja Horstmann, Monica Camporesi, Andrea Valdinocci.

il laboratorio è rivolto a giovani dai 16 ai 28 anni, la partecipazione è gratuita
per informazioni dettagliate e iscrizioni 0546 622999 - www.teatroduemondi.it

la libertà è una casa

questo progetto è aperto a giovani che vogliono conoscere altri giovani,
a chi vuole comunicare pensieri e idee,
a tutti quelli che non hanno voglia di sentirsi inascoltati,
questo progetto non è chiuso a nessuno

laboratorio Cinema
condotto da Flavio Kactuz (ricercatore e docente di Cinema all’Università Puc di Rio de Janeiro - ricercatore Università di Coimbra)
avrà la durata di 6 incontri, dal 4 al 9 giugno ( dalle 15.00 alle 21.00 )

Questo laboratorio è aperto a tutti coloro che vogliono esprimere le loro idee attraverso il cinema. A tutti quelli che vogliono pensare al tempo e al luogo in cui vivono. A quelli che non sono soddisfatti delle cose così come sono e anche di come persone, eventi e luoghi sono rappresentati. Gli incontri sono destinati a tutti coloro che vogliono pensare il cinema come memoria, linguaggio, rappresentazioneo strada di trasformazione. A chi vuole riflettere al rapporto del Cinema con il Teatro e le altre Arti. A chi vuole imparare a rivelare con il cinema quello che è nascosto ma che possiamo vedere tutti i giorni.

Flávio Kactuz
Ricercatore e Docente di Cinema (PUC-Rio)
Dottorato di Ricerca (Univ Coimbra)

Flávio Kactuz é storico, Docente e Ricercatore di Cinema e Teatro. Ha iniziato il suo lavoro in teatro come attore nel 1982, partecipando a spettacoli diretti da Aderbal Freire-Filho, Alcione Araújo e João das Neves. Ha partecipato a seminari di Eugenio Barba (Odin Teatret), Pino di Buduo (Teatro Potlach) e Mario Barzaghi. Nel 1987-88 ha lavorato col Teatro Potlach a Fara Sabina, Italia. Dal 1989 al 1995 ha diretto il gruppo teatrale Oikoveva. Nel 1995 si è recato in Asia dove ha vissuto per 4 mesi a Bali, in Indonesia, studiando Teatro e Canto Classico Balinese. Il suo percorso nel Cinema è iniziato nel 2001quando ha creato e diretto il CATAC (Centro de Antropologia do Teatro e Antropofagia do Cinema) nella città di Rio Branco, nella regione Amazzonica brasiliana, dove ha vissuto per 5 anni organizzando diverse rassegne di Cinema con retrospettive di Glauber Rocha, Ana Carolina e Nelson Pereira dos Santos, producendo video e spettacoli e curando la pubblicazione del libro ‘Daqui onde estou dá pra ver o Brasil’. E’ ritornato a Rio de Janeiro nel 2006 per inaugurare la Sala Cinematografica del Museo Imperiale di Petropolis e frequentare il Corso Superiore di Comunicazione Sociale alla PUC-Rio. Attualmente sta conseguendo il Dottorato in Studi Cinematografici all’Università di Coimbra (Portogallo) e partecipa come docente e ricercatore in un gruppo di laureati della Università PUC-Rio dando lezioni di storia e pratica del Cinema per abitanti delle favelas della città di Rio de Janeiro.

il laboratorio è rivolto a giovani dai 16 ai 28 anni, la partecipazione è gratuita
per informazioni dettagliate e iscrizioni 0546 622999 - www.teatroduemondi.it

teatro e cinema come percorso di relazione fra i giovani
Italia, Brasile, Bolivia, Portogallo, Francia e Germania unite in un progetto interculturale del Teatro Due Mondi



11 - 17 giugno

SETTIMANA INTERNAZIONALE INCONTRI
50 giovani provenienti dalle tappe in Brasile, Bolivia, Italia, Francia, Portogallo e Germania partecipano al laboratorio internazionale. Uniranno le proprie esperienze per dar vita tutti assieme a una grande azione teatrale in spazi aperti che presenteranno in tre città romagnole.

LA LIBERTA’ E’ UNA CASA
azioni teatrali in spazi aperti delle Brigate internazionali Incontri
azioni sceniche, musica rap, danza, hip hop, canzoni e racconti, video presentate da ragazzi e ragazze di Brasile, Bolivia, Ciad, Francia, Gambia, Germania, Grecia, Italia, Nigeria, Pakistan, Portogallo, Romania per parlare dei diritti dei giovani, dei diritti dei cittadini, dei migranti, di tutti noi, delle barriere che ci dividono e dei sogni che ci uniscono.

15 giugno Forlì, ore 21.00, Piazza Saffi - Giardini Orselli
Festival del 900, Musica Arte Spettacoli Enogastronomia sulla Rotta di Atrium
in collaborazione con Comune di Forlì

16 giugno Ravenna, ore 21.30, Piazza del Popolo
VII edizione del Festival delle Culture
in collaborazione con Casa delle Culture di Ravenna, Comune di Ravenna e la Rappresentanza dei cittadini stranieri

17 giugno Faenza, ore 21.00, Piazza del Popolo
Tratti’n Festival 2013
in collaborazione con Cooperativa Tratti

lunedì 17 giugno

Complesso ex Salesiani - via S. Giovanni Bosco 1
CORRISPONDENZE
convegno internazionale

Proiezioni, riflessioni, resoconti, dimostrazioni per parlare dell’arte come strumento di inclusione dei giovani.

con il patrocinio di


Consulenza scientifica e coordinamento: Cristina Valenti - Università di Bologna

14.30 apertura lavori

15.00-17.00 PROGETTO INCONTRI
Alberto Grilli - Teatro Due Mondi
Flavio Kactuz - Universidade PUC Rio de Janeiro (Brasile)
Universidade de Coimbra (Portogallo)
Jean Silva da Costa - Centro de Defesa dos Direitos Humanos (Brasile)
Gonzalo Callejas - Teatro de Los Andes (Bolivia)
Henri Devier - Melkior Theatre (Francia)
Carla Veloso - Teatro de Ferro (Portogallo)
Igor Gandra - Teatro de Ferro (Portogallo)
Francisco Beirão - Qualificar para Incluir (Portogallo)

17.30-20.00 ESPERIENZE A CONFRONTO
Giovanna Brondino - RicercAzione (Faenza)
Laura Gambi - Cooperativa Libra (Ravenna)
Roberta Gandolfi - Università di Parma
Gigi Gherzi - Teatro degli Incontri (Milano)
Filippo Milani - Teatro del Pratello (Bologna)

Tutte le attività sono ad ingresso libero e aperte a tutti coloro che sono interessati al lavoro artistico in ambito giovanile.
Per informazioni: CASA DEL TEATRO – 0039 0546 622999casadelteatro@teatroduemondi.it – www.teatroduemondi.it


Collaborazioni
CDHH CENTRO DE DEFESA DOS DIREITOS HUMANOS - BRASILE
AYUDA OBRERA SUIZA - BOLIVIA
LANZARTE - BOLIVIA
QUALIFICAR PARA INCLUIR - PORTOGALLO
STADT SCHWÄBISCH GMÜND – GERMANIA
FONDAZIONE MARRI – S.UMILTA'
HANS BALDUNG GYMNASIUM - SCHWÄBISCH GMÜND – GERMANIA
ACCADEMIA PERDUTA-ROMAGNA TEATRI
FONDAZIONE BANCA DEL MONTE E CASSA DI RISPARMIO DI FAENZA
VILLE DE BERGERAC
CONSEIL GÉNÉRAL DE LA DORDOGNE
CONSEIL RÉGIONAL D'AQUITAINE
DRAC AQUITAINE
ACSE

Media Partner
FAENZAWEBTV

Si ringraziano
EX RETE LILLIPUT FAENZA
CREDITO COOPERATIVO RAVENNATE E IMOLESE
TECNOELETTRONICA
DIT- ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA' DI BOLOGNA - SEDE DI FORLI'
HOTEL VITTORIA
GEMOS SOC. COOP.
RISTORANTE PIZZERIA ZINGARÒ

INCONTRI è un progetto finanziato con il sostegno della Commissione europea. Il Teatro Due Mondi è il solo responsabile di questa
comunicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull’uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute.



FESTA DI FINE ESTATE
due serate di cinema all’aperto con musica e teatro dedicate ai video prodotti dai giovani partecipanti
al progetto europeo INCONTRI*

Sabato 14 settembre 2013

ore 19.30 apertura chiacchiere ai tavolini

ore 20.30 Rassegna I LOVE EUROPA proiezioni video PROGETTO INCONTRI*prima parte

ore 22.00 CONTRADA LAMIERONE CONCERTO

ingresso libero

Domenica 15 settembre 2013

ore 18.00
ISOLA TEATRO
GROSSO GUAIO NEL SEZUAN, Che gli Dèi ce la mandino buona!

Spettacolo per grandi e piccini

Drammaturgia di Fabrizio Morselli
con: Eleonora Castellucci, Loretta Ingannato, Fabrizio Morselli, Paolo Pieri, Chiara Valentini

SHEN-TE “Malgrado tanta miseria, ci sono pur sempre delle persone gentili. Cosa c’è di più bello che essere gentili? La cattiveria è una specie di goffaggine. Quando si canta per qualcuno o si costruisce un giocattolo o si fa crescere una piantina è già come una specie di gentilezza”
Quando c’entrano i soldi è più conveniente essere buoni o essere cattivi?
Lassù gli Dèi si aspettano che noi siamo sempre generosi e altruisti. Quaggiù però dobbiamo pensare ad arrivare a fine mese! E i tempi non sono molto favorevoli. Brecht settant’anni fa pose la domanda ma non diede una risposta. La nostra risposta è stata ripercorrere il suo viaggio nel Sezuan: la sua favola sulla bontà in lotta con la cattiveria ci era piaciuta così tanto che ne è nato il nostro nuovo spettacolo.

ore 20.15 Rassegna I LOVE EUROPA proiezioni video PROGETTO INCONTRI* seconda parte


*

teatro e cinema come percorso di relazione fra i giovani
Italia, Brasile, Bolivia, Portogallo, Francia e Germania unite in un progetto interculturale del Teatro Due Mondi

I video presentati:
Entre as pernas (Fra le gambe), 15:11 - Brasile
Gosto muito mas de mim (Io mi piaccio molto di più), 15:53 - Brasile
Nuestra difunta Adelita (La nostra defunta Adelita), 14:23 - Bolivia
Ciudad rosa (Città rosa), 15:18 - Bolivia
As ilhas do Porto (Le isole di Porto), 14:15 - Portogallo
Sei que sou Helena (So che sono Helena), 15:18 - Portogallo
Riso, pesce e fagiolini , 12:47 – Italia
I frutti della terra, 11:52 – Italia
À un jet de pierre prèt (A un tiro di sasso), 70:00– Francia
introduce : Henri Devier, direttore di Melkior Théâtre, Bergerac

Collaborazioni:
CDHH Centro de Defesa dos Direitos Humanos - Brasile
Aiuda Obrera Suiza - Bolivia
LanzArte - Bolivia
Qualificar Para Incluir – Portogallo
Stadt Schwäbisch Gmünd - Germania
Fondazione Banca del Monte e Cassa di Risparmio di Faenza
Si ringrazia:
Ex Rete Lilliput - Faenza
Tecnoelettronica - Faenza

•download pdf

•comunicato 7 giugno 2013 .htm

•comunicato 7 giugno 2013 .doc

•Corriere di Romagna.it 8 giugno


Journal Sud Ouest Périgueux - supplément Italie de la part de Chantal Gibert - 27/06/2013

•download pdf


http://eldia.com.bo

•download pdf

 

 

     
INCONTRI è un progetto finanziato con il sostegno della Commissione europea.
Il Teatro Due Mondi è il solo responsabile di questa comunicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull’uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute.